Concluso il Master di II Livello per Tecnico Esperto su “Il bergamotto di Reggio Calabria

pubblicato 2019/11/18 17:19:25 GMT+2,
Produzione e valorizzazione” organizzato dal Dipartimento di Agraria, nell’ambito delle proprie attività di trasferimento tecnologico e di alta formazione, e dal settore 5 della Città Metropolitana di Reggio Calabria.


Le attività previste dal Master, rivolto a laureati magistrali, sono state pensate per la valorizzazione del Bergamotto, produzione di eccellenza del territorio reggino, con l’obiettivo di formare tecnici altamente specializzati nello sviluppo di moderni modelli per la produzione e la valorizzazione di questa coltura, capaci di proporsi alle imprese di settore con conoscenze e competenze approfondite. In particolare l’obiettivo è formare professionisti capaci di implementare modelli di sostenibilità della filiera bergamotticola, proporre innovazioni colturali e tecnologiche per l’incremento della sostenibilità, il miglioramento qualitativo e la competitività di questo meraviglioso agrume.
“Abbiamo recuperato un vecchio finanziamento - dichiara Castorina, delegato al Bilancio della Città Metropolitana – e, su impulso del Sindaco Giuseppe Falcomatà, lo abbiamo investito per la realizzazione del master che può avere una ricaduta importante sul territorio Metropolitano in termini economici, occupazionali, formativi, da un lato; e di valorizzazione di un prodotto fortemente identitario e peculiare quale il bergamotto. Devo ringraziare il professor Zimbalatti e il dottor Fortugno del Dipartimento di Agraria, e i dirigenti metropolitani Giuseppina Attanasio e Francesco Macheda per il loro lavoro. Con l’Università Mediterranea abbiamo programmato e pianificato attività che possano valorizzare l’identità Metropolitana. Riteniamo prioritario che l’Ente - conclude Castorina - rilanci sul tema delle nuove generazioni e lo faccia con percorsi di qualità. Ne è esempio il Salone dell’Orientamento, che si è concluso da poco e, con questo precupuo scopo portiamo avanti i rapporti con l’Università Mediterranea e con l’Università per Stranieri”.

torna all'inizio del contenuto